Campo scuola ad Assisi per la arrocchia San Nicola San Salvo

(Articolo di Stefania Ciocca)

Il ritorno da un campo scuola segna sempre un punto importante del cammino, che contrariamente all’apparenza non è un punto di arrivo, ma un punto di partenza.

Ripartire in famiglia, ripartire nei luoghi di vita comune, ripartire in parrocchia.

Ogni età con le sue parole e le sue orme evangeliche da custodire nel cuore con l’impegno però di non considerarlo solo un tesoro geloso da tenere nascosto, ma di condividerlo con l’altro che ogni giorno ci pone di fronte, ciascuno mettendo in gioco il talento che ha avuto in dono.

Sono stati giorni intensi di preghiera, di fatica e gioia, di condivisione e di amicizia, di scoperta dei talenti dell’altro, di gioco e di riflessione, di cammino e di stupore.

Sono giorni di ringraziamento e di lode per la vita di ognuno, per le nostre famiglie,  e anche per la nostra parrocchia e per il nostro parroco che avevamo incontrato per la prima volta esattamente un anno fa:  il 24 agosto mentre eravamo a Civitella Alfedena per il campo scuola parrocchiale 2017 don Beniamino venne a trovarci, fu reciproco “amore a prima vista”….perchè Dio è amore, anzi, flusso di amore in movimento che può essere un contagio infinito: che meraviglia!!!!

Le parole non possono sintetizzare la bellezza di un’esperienza , di qualsiasi esperienza di fede, di crescita, di preghiera  e di amicizia, , ma nel saluto finale durante la messa conclusiva condiviso da Angela S. uno dei responsabili di Azione Cattolica presenti  al campo c’è forse quasi tutto quello che si puo’ dire:

“ Al termine di questo campo c’è tanto da mettere nelle Tue mani o Signore! Le riflessioni faticose, le chiacchiere serali, gli sguardi che diventano complici e amici, le ronde notturne, gli scherzi, le regole a volte difficili da rispettare e poi le parole che, prima a fatica, e poi sempre piu’ veloci scorrono nei gruppi fino a costruire percorsi di crescita e di condivisione. Abbiamo unito i nostri sogni a quelli di Francesco e abbiamo scoperto che hanno lo stesso sapore e si nutrono delle stesse paure e speranze.

Ci siamo infilati tra i 24 piedi dei  frati che con Francesco hanno fatto comunità e abbiamo respirato la gioia  del camminare insieme, ma anche la difficile prova dell’abbracciare l’altro, amandolo anche e soprattutto per la sua diversità.

E insieme abbiamo tenacemente percorso salite, affidando le nostre stanchezze a chi era con noi per vedere scorrere le acque di una cascata nello stupore della bellezza del creato e poi abbiamo camminato sui passi di Francesco e Chiara perché fossero per noi testimoni del Tuo Amore.

107 volte Grazie…

Grazie ad ognuno di noi dal piu’ grande al piu’ piccolo, a chi nel gioco ci ha donato la fede del sorriso, a chi nello spezzare la Parola l’ha portata nelle nostre vite, a chi nel canto ci ha reso partecipi dell’armonia del creato.  A chi ha parlato e a chi ha donato il suo silenzio.

Grazie al nostro parroco don Beniamino per l’entusiasmo con cui ci guida. Al diacono Antonio per la sua presenza e i suoi preziosi consigli. Alle catechiste che si sono buttate in questa avventura di gioia, grazie al nostro Presidente Mario e alla nostra bella Azione Cattolica che non smette mai di rivestirci di gioia infinita per essere pronta alle sfide della nostra quotidianità.

A tutti auguro di portare a casa le parole di questo campo per renderle presenza nella vita di tutti i giorni senza paura affinché come Francesco ciascuno possa farsi travolgere dal sogno piu’ bello che è quello che Dio ha per noi.”

 

GRAZIE A TUTTI I GENITORI PER LA FIDUCIA CHE CI ACCORDANO SEMPRE, E TRE GRAZIE IN PARTICOLARE :

A MARIA BEVILACQUA PER  IL TAGLIO E CUCITO CHE CI HA DONATO PER QUESTO CAMPO CON DEI  LAVORI IN STOFFA DAVVERO MERAVIGLIOSI;

A LUIGI E ALLA COMUNITA’ PAPA GIOVANNI XXIII DI VASTO PER  IL CUORE E LA CROCE DI LEGNO CHE HANNO ACCOMPAGNATO LE NOSTRE PREGHIERE;

A METAMER E AL SUO AD NICOLA FABRIZIO PER IL DONO DELLE MAGLIETTE  CHE HANNO ILLUMINATO DI VERDE SPERANZA IL CUORE DI ASSISI.

Stefania C.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *