Mare impetuoso

Mercoledì 09 Gennaio 2019

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 6,45-52.

Dopo che furono saziati i cinquemila uomini, Gesù ordinò ai discepoli di salire sulla barca e precederlo sull’altra riva, verso Betsàida, mentre egli avrebbe licenziato la folla.
Appena li ebbe congedati, salì sul monte a pregare.
Venuta la sera, la barca era in mezzo al mare ed egli solo a terra.
Vedendoli però tutti affaticati nel remare, poiché avevano il vento contrario, gia verso l’ultima parte della notte andò verso di loro camminando sul mare, e voleva oltrepassarli.
Essi, vedendolo camminare sul mare, pensarono: «E’ un fantasma», e cominciarono a gridare,
perché tutti lo avevano visto ed erano rimasti turbati. Ma egli subito rivolse loro la parola e disse: «Coraggio, sono io, non temete!».
Quindi salì con loro sulla barca e il vento cessò. Ed erano enormemente stupiti in se stessi,
perché non avevano capito il fatto dei
pani, essendo il loro cuore indurito.
  • Può capitare un pò a tutti di sentirsi persi come gli Apostoli in una barchetta in mezzo al mare col vento contrario , come se fosse un grande problema dove non riusciamo a vedere la fine , un risultato positivo , la riva  che si avvicina . Magari vediamo uno spiraglio di luce , di salvezza , la Terra vicina e non ci crediamo , ma dipende tutto da noi , dal profondo del nostro Cuore . Se vogliamo davvero raggiungere la riva , confidiamo nel Signore,  nella sua Parola , lui ci guiderà ci farà uscire dal Mare impetuoso…

 

  • Come il mare non si prosciuga mai, così la misericordia di Dio non viene mai meno.                                                                           PROVERBIO AFRICANO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *