Come Agnelli in mezzo ai lupi

Venerdì 26Gennaio 2019

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 10,1-9.

In quel tempo, il Signore designò altri settantadue discepoli e li inviò a due a due avanti a sé in ogni città e luogo dove stava per recarsi.
Diceva loro: «La messe è molta, ma gli operai sono pochi. Pregate dunque il padrone della messe perché mandi operai per la sua messe.
Andate: ecco io vi mando come agnelli in mezzo a lupi;
non portate borsa, né bisaccia, né sandali e non salutate nessuno lungo la strada.
In qualunque casa entriate, prima dite: Pace a questa casa.
Se vi sarà un figlio della pace, la vostra pace scenderà su di lui, altrimenti ritornerà su di voi.
Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché l’operaio è degno della sua mercede. Non passate di casa in casa.
Quando entrerete in una città e vi accoglieranno, mangiate quello che vi sarà messo dinanzi,
curate i malati che vi si trovano, e dite loro: Si è avvicinato a voi il regno di Dio».
  • Parlare del Signore credendo fortemente alla sua presenza è bellissimo , farlo con chi non lo comprende , perché è preso solo dalla negatività terrena è un impresa . Ne vale la pena , però , cercare di condividere la positività che mi trasmette Dio con chi ne è lontano , perché si può cambiare sempre ed accettare con sano realismo le situazioni anche più sconcertanti della vita ed aprirsi allo stupore delle imprevedibili visite del Signore…Come Agnelli in mezzo ai lupi…

 

  • L’avaro con i poveri è come il lupo con gli agnelli.

             PROVERBIO SARDO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *